Sanzioni
Sanzioni

CONTROLLO SANZIONI A CARICO DEL UTENTI DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO (ART. 40 L.R. 3/2002 COME MOD. L.R. 16/2014)



Scarica il tariffario 

 

CONTROLLO E SANZIONI A CARICO DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO (Art. 40 L.R. 3/2002 come mod. L.R. 16/2014)

 

Gli utenti dei servizi del trasporto pubblico regionale e locale in qualsiasi modalità esercitati sono tenuti a munirsi di titolo di viaggio, a convalidarlo all’inizio del viaggio in conformità alle apposite prescrizioni previste dal gestore, a conservarlo per la durata del percorso nonché ad esibirlo, su richiesta agli agenti accertatori”.

L’inosservanza degli obblighi previsti, comporta:

1)    per i trasporti urbani:

a)     Il pagamento della tariffa ordinaria di corsa semplice;

b)     La sanzione amministrativa pari a cento volte l’importo del titolo di viaggio di corsa semplice oltre le spese di notificazione;

2)    per i trasporti extraurbani:

a)     Il pagamento della tariffa ordinaria calcolata dal capolinea di partenza per il percorso già effettuato e che, dichiaratamente, il viaggiatore intende ancora effettuare;

b)     La sanzione amministrativa pari a cento volte la tariffa ordinaria di corsa semplice di cui alla lettera a), oltre la spesa di notificazione.

Tali sanzioni si applicano anche ai viaggiatori titolari di abbonamento che non siano in grado di esibirlo durante il controllo. Se l’utente presenta l’abbonamento entro i successivi cinque giorni, purchè il documento non risulti regolarizzato successivamente all’accertamento della violazione, si applica una sanzione fissa pecuniaria di importo pari ad € 6,00.

Per le violazioni di cui al punto 1 e 2 è ammesso il pagamento in misura ridotta di una somma pari alla terza parte della sanzione, oltre alle spese di procedimento, entro il termine di 60 giorni dalla contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla notificazione degli estremi della violazione. Tale somma è ridotta del trenta per cento se il pagamento è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione. La sanzione può essere pagata:

·       direttamente nelle mani dell’agente accertante, il quale è tenuto a rilasciare una ricevuta per la corrispondente somma;

·       effettuando il versamento sul C/C Postale n. 11390838 intestato all’A.IR. S.p.A. - Autoservizi Irpini S.p.A. con Socio Unico - Via Fasano Z.I. loc. Pianodardine - 83100 Avellino riportando importo e dati anagrafici del verbalizzato, nonché nello spazio riservato alla causale, obbligatoriamente,  il numero e la data del verbale;

·       recandosi presso la Sede Aziendale dell’A.IR. S.p.A. in Via Fasano Z.I. loc. Pianodardine - Avellino.

Nel caso di possesso di abbonamento regolarizzato prima della violazione, lo stesso può essere presentato, nei 5 giorni dalla contestazione,  recandosi personalmente presso la predetta Sede Aziendale. In caso di esito favorevole, è possibile pagare direttamente la sanzione fissa di € 6,00.

Trascorsi i 60 giorni dall’infrazione (o dalla notifica al tutore, nel caso di minori) l’A.IR. S.p.A. emetterà ordinanza di ingiunzione di pagamento per una somma pari alla sanzione intera, maggiorata del costo del titolo di corsa semplice dovuto, oltre le spese di notifica e di procedimento, queste ultime se previste.

In caso di mancato pagamento, si procederà alla riscossione coattiva mediante iscrizione a ruolo delle somme dovute, con le ulteriori maggiorazioni previste dalla normativa vigente.



Scarica il tariffario delle sanzioni A.IR.